Andrea Caputo

“Sono nato a Napoli e sono un classe 1998. Ho iniziato a giocare a rugby nell’ultimo anno di Under 14 a Torre del Greco e il mio approccio con questo sport è avvenuto in maniera molto particolare. Mio padre, in quanto ingegnere elettronico, era spesso in Cina e in Indonesia per lavoro e gli unici canali televisivi che riusciva a vedere erano quelli sportivi e spesso venivano trasmesse partite di rugby. Decise, allora, di informarsi e scoprì che a Torre del Greco c’era la possibilità di iniziare a giocare a rugby e così è stato. Tornando alla mia carriera sportiva, dopo un anno di esperienza sul campo sono stato convocato per le selezioni giovanili regionali. Il primo anno di Under 18 sono entrato in una delle otto Accademie zonali presenti in Italia e si è trattato di un’esperienza formativa, sotto tutti i punti di vista. Dopo questa parentesi sono andato a giocare tra le fila del Benevento all’età di 17 anni. In questa società ho militato due anni giocando i play-off per salire in serie A durante il primo anno e dopo la promozione mi è stato chiesto di giocare ancora dodici mesi in questa squadra. Dopo aver terminato gli studi superiori presso il liceo scientifico mi sono trasferito qui al CUS Torino. Questo è il mio secondo anno a Torino ed è la seconda volta consecutiva che rientro nel progetto AGON. Sto frequentando il secondo anno di Università e sono iscritto al Corso di Laurea in Fisica. Devo dire che il passaggio dal liceo all’università non è stato facile. Più semplice, invece, è stato l’ambientamento in un’altra città dal momento che già dai tempi dell’Accademia mi ero trasferito a Benevento da Napoli. Penso che questa opportunità che offre il CUS Torino sia molto stimolante, specialmente per tutti coloro che sono dei veri e propri fuori sede. Agevolazioni di questo tipo permettono di affrontare con maggiore serenità gli studi e allo stesso tempo fungono da grande stimolo per lo studente/atleta stesso.”

Recommended Posts