Aurora Poser

“Ho cominciato a fare sport dalla scuola elementare. Avrei dovuto cominciare a praticare proprio la pallavolo, ma a Gruaro, dove sono nata, non si riusciva a formare una squadra di mini-volley e allora ho optato per il basket. Ho giocato a pallacanestro per tre anni, prima di approcciarmi alla pallavolo in quinta elementare. Pallavolisticamente sono cresciuta a Chions, facendo tutta la trafila delle Giovanili e vincendo tanti titoli a livello provinciale e regionale. Con tutte le categorie in cui ho giocato siamo arrivate, praticamente sempre, alle finali nazionali. Aprendo una parentesi per quanto riguarda la Nazionale, a quattordici anni ho ricevuto diverse convocazioni in Nazionale per i Collegiali Invernali e in un’occasione per i Collegiali Estivi e proprio all’ultimo non sono stata selezionata per il “Sette Nazioni” e successivamente per gli Europei. Tornando alla mia esperienza al Chions, ho militato in questa squadra fino alla quarta superiore, prima di approdare al Talmassons, in serie B1, dove sono rimasta soltanto una stagione, quella conclusasi con la finale play-off persa proprio contro il CUS Torino. Il mio arrivo qui al CUS è partito proprio da quella sfida. Al termine di Gara 2, dopo la vittoria definitiva della serie da parte della mia attuale squadra, Davide Belluz mi ha proposto di trasferirmi a Torino. Proprio in quell’occasione ho anche avuto modo di conoscere per la prima volta il progetto AGON. Sicuramente la possibilità di diventare una borsista AGON ha influito molto sulla mia scelta. Questa opportunità che offre il CUS Torino è molto allettante, oltre ad avere una squadra molto competitiva per la serie A. Il mio sogno è sempre stato quello di far viaggiare di pari passo sport e studio. Per me, dunque, è stata una piacevole sorpresa ricevere da questa società una proposta di questo tipo. Il progetto AGON sembra fatto su misura per me. Io frequento Scienze della Formazione Primaria presso l’Università degli Studi di Torino. Da quando ero piccola avrei voluto fare la veterinaria, ma preparandomi per il test di accesso a questo Corso di Laurea mi sono accorta che ci fosse una massiccia presenza di materie quali chimica e fisica che, a dirla tutta, non sono mai state le mie preferite, e da quel momento ho deciso di cambiare totalmente la mia scelta, optando per questo percorso formativo che ho intrapreso e che mi sta affascinando sempre di più.”  

Recommended Posts