LETTERA APERTA DELL’ATLETA AGON GIOVANNI PAOLO STOLA

Magnifici Rettori,
sono Giovanni Paolo Stola, neolaureato in Ingegneria Biomedica presso il Politecnico di Torino ed atleta presso il Cus Torino Basket.
Scrivo questa lettera con l’intento di raccontare la mia esperienza in ambito sportivo e universitario vissuta qui a Torino.
Sono nato a Taranto dove ho vissuto fino al 2016, quando mi sono iscritto al corso di Laurea in Ingegneria Biomedica.
Il basket è sempre stato una costante nella mia vita da quando avevo 6 anni e mi ha permesso di conoscere persone, viaggiare, fare nuove amicizie e crescere.
Conciliare sport e studio non è stato affatto semplice, in particolare negli anni delle scuole superiori quando frequentavo il Liceo Scientifico e contemporaneamente partecipavo ai campionati giovanili di Eccellenza e al campionato di Serie B Nazionale rispettivamente con le società Virtus Taranto e Cus Jonico Taranto.
Arrivato all’università ho deciso di intraprendere un percorso impegnativo, con l’intenzione di non abbandonare la mia più grande passione!
Attraverso ricerche e contatti sono venuto a conoscenza della notevole realtà del Cus Torino, società sportiva universitaria che si pone come obiettivo quello di formare studenti/atleti supportandoli nel loro percorso universitario e sportivo. Il CUS Torino è una delle poche società, se non l’unica in Italia, che consente agli atleti di non sacrificare la loro carriera sportiva a discapito di quella universitaria, o viceversa. Anzi, con numerose iniziative, valorizza e premia i propri atleti per i loro successi in ambito scolastico consentendo loro di partecipare a campionati di altissimo livello.
Unitomi alla squadra che partecipava al campionato di Serie C Gold, i dirigenti mi hanno segnalato la possibilità di accedere alla borsa di studio Agon per meriti sportivi e universitari/scolastici e,  fortunatamente, ne sono risultato vincitore.
Questi primi tre anni sono stati entusiasmanti e grazie al supporto di dirigenti, allenatori e compagni di squadra sono riuscito a ottenere risultati importanti sia a livello personale in ambito universitario, che di squadra in ambito sportivo.
Oggi sono iscritto al corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Biomedica e ho il grandissimo onore e onere di essere il capitano della squadra del CUS Torino Basket.
Il supporto del CUS Torino grazie al Progetto Agon è stato fondamentale per il superamento di traguardi e il raggiungimento di obiettivi determinanti per la mia vita futura, ma soprattutto ha reso possibile il conseguimento della laurea senza dover abbandonare la pallacanestro. Praticare sport, a mio avviso, aiuta la crescita dei giovani come futuri cittadini attivi. Sport e studio sono valori troppo importanti e in quanti tali devono essere coltivati e valorizzati. Il progetto Agon e il CUS hanno dimostrato che fare università e sport allo stesso tempo è possibile!
Vi invito, pertanto, a continuare a sostenere i giovani atleti che, come me , non vogliono abbandonare le loro passioni. Il CUS Torino è una realtà fantastica da elogiare e da emulare, con la speranza che negli anni sempre più gente possa avere la fortuna che ho avuto io e che questo modello sia diffuso a livello nazionale.
Qui a Torino ho trovato più di una squadra, ho trovato una famiglia, pronta ad accogliermi e ad aiutarmi ad ogni difficoltà. Il CUS Torino ha permesso di arricchirmi non solo dal punto di vista sportivo ma anche da quello umano e per questo gliene sarò per sempre grato.

Cordiali saluti,
Giovanni Paolo Stola

Recommended Posts